TELEMEDICINA: l’innovazione Multimed per i pazienti Covid19

Monitorare le condizioni di salute dei pazienti Covid-19 a distanza, tutelando la sicurezza collettiva: accade grazie alle nuove frontiere esplorate dalla Telemedicina e che, nell’emergenza causata dalla pandemia, possono risultare un alleato decisivo.

Un progetto che parla due lingue, grazie alla stretta sinergia tra Italia e Israele, la startup nation per eccellenza, celebre in tutto il mondo per l’elevata capacità di sviluppare sistemi di cybersecurity, software avanzati e modelli d’intelligenza artificiale.

L’iniziativa è stata sviluppata dalla Asl di Vercelli ed è stata avviata dal Dott. Ilan Misano – consulente Technology Transfer ed esperto di telemedicina – in collaborazione con Multimed Srl nelle vesti della vendita diretta del Device TytoHome e di gestione del progetto. Il dispositivo, nato in Israele, fa parte della linea TytoCare: consente di effettuare videoconsulti ed è in grado di verificare i parametri cruciali dei pazienti Covid19 non gravi, come temperatura corporea, respirazione, ritmo cardiaco e suono polmonare. Inoltre, è in grado di mostrare immagini in Hd di gola, orecchie e pelle.

Il funzionamento è semplice: TytoHome si connette via bluetooth allo smartphone del paziente, comunicando con la app TytoCare. Qualunque medico generico può quindi gestire i pazienti e visualizzare i parametri a distanza, sulla piattaforma TytoCare sul suo PC.

Oggi il progetto coinvolge l’ospedale Sant’Andrea di Vercelli, insieme a settings di cura residenziale a gestione diretta dell’Asl: qui la sperimentazione è partita da aprile, ma in Israele e Usa il device è stato utilizzato su migliaia di pazienti, dispiegando risultati eccellenti.

Anche per questo motivo il progetto è destinato ad allargare naturalmente il suo campo di applicazione, potendo essere facilmente replicato in altre Asl del territorio nazionale. Per avere ulteriori informazioni è sufficiente contattare Multimed Srl.